signora Crisantemo, di Pierre Loti – copertina ebook

La Signora Crisantemo

di Pierre Loti

Edizione: 2014
Euro: 3,99
formato epub-kindle
ISBN 978-88-98823-33-8
Tarka

Come acquistare >>

 

COD: 9788898823338 Categorie: , Etichette: , , , , ,

Descrizione prodotto

In questo libro del 1887, dedicato al Giappone, Loti descrive, con l’arte immaginosa e delicata che gli è propria e con vigile gusto per la sfumatura e l’ambiente, le impressioni di un suo soggiorno a Nagasaki.
Definirlo un romanzo è inesatto. La storia del matrimonio del tenente di vascello Loti con la piccola Crisantemo, graziosa pupattola dagli occhi attoniti e dall’immobile sorriso è solo un tenue pretesto per collegare l’uno all’altro i capitoli nei quali Loti dipinge una festa popolare, una figura i fanciulla, una montagna in fiore e una riunione cinguettante di musmè (le giovanissime che si offrivano agli europei per matrimoni di convenienza per la durata del loro soggiorno). Non vi è amore tra Loti e la sua musmè, solo l’abitudine li unisce e la forza di un contratto. Cosi quando arriva l’ordine di partenza, il tenente Loti ne è quasi contento, e Crisantemo perde gli ultimi momenti prima della separazione a verificare se le monete ricevute dal suo ex “marito” hanno il peso richiesto.
La Signora Crisantemo è un fine documento di quell’esotismo che fu una delle più vive correnti di gusto dell’epoca. Il soggetto confluirà nell’ispirazione del libretto di Madama Butterfly di Illica e Giacosa per l’opera di Puccini.

Lettera di Pierre Loti

Cara Duchessa,
la prego di accettare questo lavoro (N.d.R. La Signora Crisantemo)  come omaggio della mia rispettosa amicizia.
Ho esitato a mandarglielo, perché il tema può essere considerato non opportuno, mi sono però assicurato che lo stile non fosse mai sconveniente, e spero di esserci riuscito.
Questo è il diario di un’estate della mia vita, in cui non ho cambiato nulla, nemmeno le date, perché credo che quando si cerca di sistemare il contenuto spesso non facciamo altro che scompigliare il tutto. Anche se sembra che il libro sia improntato sulla Signora Crisantemo, il realtà le tre figure principali sono io stesso, il Giappone e l’effetto che quel Paese ha avuto su di me.
Si ricorda di quella fotografia, devo ammettere alquanto ridicola, in cui il grande Yves, una ragazza giapponese e io siamo raggruppati, fianco a fianco, messi in posa da un artista di Nagaski? Avete sorriso quando vi ho detto che quella piccola fanciulla ben pettinata era stata una dei nostri vicini. Sia così gentile da accogliere il mio libro con lo stesso sorriso indulgente, senza cercare in esso alcun significato, positivo o negativo che sia, con lo stesso spirito con cui accoglierebbe in dono un pittoresco vaso di ceramica, un idolo d’avorio intagliato grottescamente, o un qualsiasi eccentrico ninnolo proveniente da questo paese irreale.

Con tutto il mio rispetto, cara Duchessa,
il Vostro affezionato, Pierre Loti

Leggi le prime pagine del libro   >>

Informazioni aggiuntive

Autore

Pierre Loti

Editore

Tarka

Edizione

2014

Look inside

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “La Signora Crisantemo”

L'autore

Pierre Loti (pseudonimo di Julien Viaud) nacque a Rochefort-sur-mer nel 1850. L’amore per i viaggi gli fece scegliere già all’età di 17 anni la carriera nella Marina francese che lo portò a visitare numerosi paesi, favolosi per l’epoca: India, Marocco, Cina (in occasionedella guerra dei “Boxers”), Egitto, Turchia, Oceania, Giappone, Senegal, persino l’isola di Pasqua. Dopo ogni viaggio, le avventure vissute, gli esotici amori intrapresi e poi abbandonati come nella vita dei marinai, i suggestivi luoghi visitati e soprattutto la sua personale sensibilità disincantata e malinconica, fornirono l’ispirazione e la materia dei suoi innumerevoli libri (circa 40 volumi), tra i quali i più importanti furono "Il deserto", "Aziyadé" ambientato a Istanbul, "II matrimonio di Loti", ambientato a Tahiti, "Al Marocco" un viaggio da Tangeri a Fez, "Madame Crisantemo" in Giappone, "Ramutcho" nei Paesi baschi, "Gli ultimi giorni di Pechino", "Pescatori di Islanda" considerato il suo capolavoro, ambientato in Bretagna, "II libro della pietà e della morte" e "Diario intimo, 1878-81" pubblicato postumo.

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459