La lanterna di Diogene

La lanterna di Diogene

Un viaggio in bicicletta da Milano a Bellaria

di Alfredo Panzini

Edizione 2017
14 x 21 cm – brossura
Tot. pagine 240
ISBN 978-88-99898-64-9
collana “universolocale”

€ 14,00

Descrizione prodotto

 Dopo più di un secolo ritorna un viaggio ricco di emozioni per chi sa dare alle piccole cose valori universali.

Una gioia pura, ingenua, quasi infantile, se non fosse troppo scoperta l’educazione del letterato, pervade il professor Alfredo Panzini, quando nel 1907 lascia Milano, la scuola, le lezioni private, gli esami, e dopo cinque giorni di bicicletta raggiunge la casa di Bellaria, sul mare: “L’11 di luglio, alle ore 2 del pomeriggio, io varcavo finalmente, dall’alto della mia vecchia bicicletta, il vecchio dazio milanese di Porta Romana”.
La grande Via Emilia si stende sotto i suoi occhi e gli offre l’occasione di incontri con altri ciclisti e con gli ospiti dei piccoli alberghi durante le tappe. Ma Panzini è un professore che non riesce a spogliarsi delle reminiscenze letterarie, dell’esercizio d’associare i luoghi a nomi ed eventi del passato.

La lanterna di Diogene, ha scritto Giorgio Barberi Squarotti nel Grande Dizionario Enciclopedico, “raggiunge uno dei risultati più caratteristici nella rievocazione di un viaggio minore, paesano, tutto descrizioni abilissime e arguzie, moralità e sottile polemica conservatrice”.

Recensioni da Media:

Il Venerdì di Repubblica, Polo Mauri – 17 marzo 2017  >>

Look inside

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “La lanterna di Diogene”


*

L'autore

Alfredo Panzini (Senigallia1863-Roma 1939), è stato uno scrittore, critico letterario e lessicografo italiano, Accademico italiano, collaboratore di giornali e riviste. Allievo di Giosuè Carducci all’Università di Bologna, esordisce nella narrativa nel 1893 con "Il libro dei morti". "La lanterna di Diogene", nel 1907, è il suo primo successo, cui fanno seguito nel 1911 "Le Fiabe della virtù" e via via altre opere di narrativa ("Santippe", 1914; "Viaggio di un povero letterato", 1919; "La pulcella senza pulcellaggio", 1925; "Il bacio di Lesbia", 1937), saggistica e storia. Ingiustamente considerato oggi uno “scrittore minore”, Panzini ha goduto di stima e apprezzamenti anche all’estero: negli anni Venti e Trenta, in particolare, la critica statunitense lo celebra come “il miglior scrittore di prose italiane”.

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l.. TARKA È UN MARCHIO DI FATTORIA DEL MARE S.A.S. DI FRANCO MUZZIO, P.IVA 01142840451.