Valle Po

Un viaggio nel gusto da Milano al Delta del Po

“Che cosa concorre a formare nei secoli la tradizione di una cucina?
La storia e la necessità, si potrebbe rispondere parafrasando Monod.

La necessità non come bisogno alimentare, ma come condizionamento ambientale in cui una cucina locale si sviluppa: la morfologia del territorio, la struttura geologica del terreno con le colture che permette o favorisce, la possibilità di comunicazione via acqua e via terra, la facilità con cui si ottengono prodotti prima spontaneamente e poi costruiti, il clima.

E la storia non tanto intesa in termini politici, come marce e contromarce di dinastie e di potentati, di condottieri e di diplomatici, di invasioni e di liberazioni, ma come complicato arazzo tessuto dai fili di innumerevoli scelte umane quotidiane: la somma delle microeconomie familiari, i contatti personali e collettivi con altre culture, l’imparare e l’insegnare, la curiosità per i costumi altrui e l’orgoglio dei propri, l’immaginazione e la fatica”. Marco Guarnaschelli Gotti

“Siamo sommersi dal food in televisione e in libreria. Forse, per reazione contro l’effimero e il superficiale, c’è voglia di tornare a insegnamenti più consolidati”, sottolinea Franco Muzzio, curatore della collana Cucine del Territorio di Tarka edizioni: “Abbiamo fatto indigestione di gastronomia. Ora c’è voglia di recuperare la qualità. È un passaggio generazionale: questa ricerca di consapevolezza proviene soprattutto dai più giovani. Sono loro i principali lettori di questi libri. Gente che non si accontenta di un ricettario, ma vuole andare alle origini” – L’ESPRESSO

 

copertina La cucina dei milanesi, di Marco Guarnaschelli GottiLA CUCINA DEI MILANESI – Marco Guarnaschelli Gotti

Le prime righe della brillante prefazione di Corrado Augias a questa nuova edizione ne centrano lucidamente l’essenza: Marco Guarnaschelli Gotti si è posto obiettivi profondi, “perché dedicarsi alla cucina di una città, anche se questa città è la capitale morale del paese, significa scavare nel passato, ponendosi cento domande non solo sui cibi o sui loro singoli ingredienti bensì sulle ragioni che precedono i cibi”… continua>>

 

cop La cucina piacentina, di Sinigaglia e Marini - TarkaLA CUCINA PIACENTINAAndrea Sinigaglia e Marino Marini

Un libro ricco di ricette della cucina piacentina ma anche  un canto d’amore per il territorio piacentino e la sua gente, la sua cultura, che, insieme, hanno saputo creare sapori ed emozioni unici. Per raccontarci questo incontro felice, gli autori ci introducono alle atmosfere piacentine con un abbecedario di termini dialettali, ora gastronomici, come mariola, salume confezionato con l’intestino cieco del maiale, o come chizzölacontinua>>

 

Le cucine di Parma – copertinaLE CUCINE DI PARMA – Marino Marini

Nel territorio di Parma (sicuramente con l’aiuto delle popolazioni celtiche), più che altrove, si formò una capacità di trasformare le materie prime che, abbondanti, si trovarono fra le mani: il latte di mucche generose e i maiali che scorazzavano liberi a mangiar ghiande (fu lo stesso Carlo Magno a decretare che ogni famiglia avesse dei maiali e un orto dove coltivare ogni genere di erbaggio)… continua >>

 

La cucina modenese- copertinaLA CUCINA MODENESE – Sandro Bellei

“…i tortellini debbono morire in brodo”, “su questa minestra non mettete mai parmigiano reggiano”, “per presentare in tavola degli impeccabili tortellini in brodo usare il semplice accorgimento di preparare una quantità di brodo quasi doppia del consueto; una metà servirà a cuocere i tortellini, l’altra… a imbandirli… in un brodo perfetto, limpido, non intorbidito dalla cottura della pasta”, queste espressioni apodittiche fanno capire che in campo gastronomico c’è precisione,… continua >>

 

La cucina reggiana - copertinaLA CUCINA REGGIANA – M.A. Iori Galluzzi, Narsete Iori

Chi volesse, una volta tanto, “mangiare reggiano”, con questo libro in mano può rapidamente avere tutti gli elementi per confezionare 276 ricette di “valigini”, “cazzagai”, “arbada” o “chezzi”, “tortelli di mele” o “tortelli con le ortiche”, “anguilla con la verza” o “pesce gatto in umido” e altro; ciò si deve al fatto che Maria Alessandra Galluzzi è una cuoca eccellente e ha personalmente “testato” le ricette… continua >>

 

La cucina ferrarese - copertinaLA CUCINA FERRARESE – M.A. Iori Galluzzi, Narsete Iori, Marco Jannotta

Pane ferrarese e salama da sugo: non è un caso che gli autori abbiano dedicato due capitoli del loro bel libro sulla cucina ferrarese (150 ricette circa) all’analisi di questi due prodotti simbolici. Il loro gioco ad inganno, tipicamente rinascimentale, tra apparire ed essere è lo specchio di questa antica cultura gastronomica il cui nodo vitale… continua>>

 

Copertina del libro Le cucine di Romagna, di Graziano PozzettoLE CUCINE DI ROMAGNA – Graziano Pozzetto

Graziano Pozzetto ripropone Le cucine di Romagna (rigorosamente al plurale) ampiamente rinnovato e più selettivo, con approfondimenti di temi centrali e inediti. Gli approfondimenti riguardano la grande tradizione dei brodetti di mare delle Marinerie romagnole, le minestre tradizionali e povere, i miti e le passioncelle gastronomiche dei vecchi romagnoli, le specialità romagnole dei primi decenni del ’900, i piatti della memoria… continua >>

 

Copertina del libro La cucina del Parco del Delta, di Graziano PozzettoLA CUCINA DEL PARCO DEL DELTA – Graziano Pozzetto

Un’opera antropologica ed enciclopedica sul Parco del Delta, da Comacchio a Cervia. Un bagno eno-gastronomico ricchissimo e peculiare: erbe, frutti, cacciagione, funghi, pesci, rane, lumache, riso, sale, ortaggi, pane buono, tartufi e pinoli di pineta, vini delle sabbie del Bosco Eliceo DOC, mieli e melate, e altro ancora.
Il libro contiene circa 200 ricettecontinua >>

Tutti i libri di Cucine del Territorio >>

Notizie Correlate

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *

*

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459