tartra

ANTICHISSIMA TARTRA O TARTRÀ

È un antico budino povero, salato e pepato, che risale alla notte dei tempi e ha origine forse spagnola o barbaresca.
Oggi lo mangiamo come un raffinato antipasto, ma un tempo era piatto unico delle cascine, specie nei lunghi inverni.

ingredienti

  • 4 uova intere più 2 rossi
  • 1/2 litro di buon latte più 1/4 di panna liquida
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Poco sale
  • 2 cucchiai di un trito di fogliette di salvia, alloro tenero e rosmarino
  • 1 cipolla
  • Una grossa noce di burro
  • Abbondante pepe nero fresco
  • Una grattata di noce moscata

L’esecuzione è semplicissima; si imbiondisce la cipolla tritata fine col burro finché sia tenera.

In una ciotola a parte si sbattono un poco le uova, si aggiunge il latte tiepido e la panna, il parmigiano, il trito di profumi, il sale, il pepe nero appena macinato e la noce moscata.

Si unisce al tutto la cipolla già cotta, si mescola bene, si cola in uno stampo da budino unto e infarinato e si cuoce 30 minuti a forno medio (200°), meglio se a bagnomaria.

Ha il sapore buono delle cose vecchie, delle nonne e bisnonne.

da “La cucina del Piemonte collinare e vignaiolo” – Giovanni Goria

Copertina del libro "La cucina del Piemonte Collinare e vignaiolo" di Giovanni Goria

Una ricetta e una regione al giorno – da 01/01/2019

Notizie Correlate

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459