capponata

CAPPONADA

ingredienti

  • 200 g di “gallette” (o fette di pane integrale raffermo abbrustolito o tostato)
  • 8 acciughe sotto salamoia pulite e diliscate
  • 20 olivette nere (sotto salamoia, possibilmente liguri)
  • 4 uova sode
  • 4 pomodori freschi maturi
  • 50 g di “mosciamme” (o “musciame”)
  • 300 g di tonno conservato al naturale
  • 1 cucchiaio di capperi
  • Origano
  • Un po’ di buon aceto di vino
  • 1 spicchio d’aglio (2, a piacere)
  • Olio d’oliva
  • Sale e pepe

Inumidire le gallette con l’aceto dopo averle insaporite con l’aglio soffregato sui due lati (oppure si insaporiscono le fette di pane abbrustolito prima con l’aglio e poi con l’aceto).
In una zuppiera, mettere le gallette (le fette di pane) tagliate a piccoli pezzi. Via via, aggiungere le fettine di mosciamme, le acciughe sminuzzate, il tonno sbriciolato, il pomodoro spellato, privato dei semi e dell’acqua di vegetazione e ridotto a filetti, i capperi, le olive nere, l’olio d’oliva, l’origano, il sale e il pepe.
Se proprio è buono, aggiungere qualche goccia di aceto.

L’uovo sodo si può tagliare a spicchi e metterlo nella zuppiera o servirlo direttamente nei piatti individuali.

La “capponada” (una delle tante versioni di insalata che richiamano alla memoria l’altrettanto famosa “nizzarda”) è essenzialmente piatto di suggestione. E quindi non c’è da stupirsi se qualcuno la proporrà con della cipolla o dei filetti di peperone o con altre varianti.
Il vero “musciame”, in realtà, rimane nell’immaginario.

da “La cucina ligure di Levante” – Salvatore Marchese

La cucina ligure Levante

Una ricetta e una regione al giorno – da 01/01/2019

Notizie Correlate

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459