SPAGNA

SPAGNA

Diario di uno scrittore viaggiatore

di Edmondo De Amicis

Edizione 2019
14×21 cm – brossura
Tot. pagine 384
ISBN 978-88-98823-22-2

oppure acquista l’ebook >>

€ 16,50

COD: 978-88-98823-22-2 Categorie: , Etichette: , , , , , ,

Descrizione prodotto

Ecco un altro De Amicis che da corvaccio si trasforma in giornalista di razza, in inviato speciale di tutto rispetto e in acuto redattore ante litteram di Guide di Viaggio.

Pubblicato nel 1873, Spagna segna l’esordio di De Amicis in un genere di letteratura allora nuovo in Italia: il libro turistico, di tono tra giornalistico-documentario e letterario.

Il libro è la rielaborazione delle corrispondenze inviate da De Amicis a “La Nazione” di Firenze in occasione di un suo viaggio in Spagna all’epoca della breve permanenza su quel trono di Amedeo Savoia-Aosta, figlio di Vittorio Emanuele II.

Il libro è diviso in tredici capitoli e ciascuno è dedicato a una città, ossia a una tappa del viaggio: Barcellona, Saragozza, Burgos, Valladolid, Madrid, Aranjuez, Toledo, Cordoba, Siviglia, Cadice, Malaga, Granada, Valencia.

In ogni città, De Amicis gira liberamente alla stregua di un turista d’oggi, visitando monumenti, soffermandosi nei caffè, alloggiando in alberghi, assistendo a manifestazioni culturali e folkloristiche (memorabile è la descrizione della corrida a Madrid), passeggiando per le strade, intrecciando discorsi con la gente del luogo.

Tutto ciò ci viene restituito con una prosa di gradevole lettura, in cui sono riconoscibili le doti più caratteristiche di De Amicis scrittore: una vena non profonda, ma facile, limpida e continua e una felice attitudine a un modo di narrare suggestivamente familiare e pacato.

 

Look inside

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “SPAGNA”

L'autore

Edmondo De Amicis nacque a Oneglia nel 1846. Intraprese molto giovane la carriera militare, partecipò tra l’altro alla guerra del ’66, che poi abbandonò in favore dell’attività di giornalista e scrittore. Le prime prove letterarie ("La vita militare", 1868; "Novelle", 1872) furono comunque ispirate dalla sua esperienza militare e gli dettero una rapida e favorevole notorietà. Il successo fu confermato ed esteso dai numerosi libri di viaggio che scrisse negli anni immediatamente successivi ("Spagna", 1873; "Ricordi di Londra", 1874; "Marocco", 1876; "Costantinopoli", 1877-78; "Ricordi di Parigi", 1879). A questi fecero seguito il celebre "Cuore" (1865), "Sull’Oceano" (1889), sugli emigranti italiani in viaggio verso le Americhe, e "Il romanzo di un maestro" (1890), che testimoniano l’inclinazione di De Amicis verso una letteratura impegnata su temi civili e connotata di idee socialiste, alle quali aderì poi pubblicamente e di cui ci ha lasciato una prova letteraria nel romanzo "Primo Maggio" (1891) rimasto però incompiuto e solo recentemente, un secolo più tardi, riscoperto e pubblicato postumo. Notevole fu anche la sua attenzione alle questioni linguistiche e stilistiche, di cui "L’idioma gentile" (1905) è il saggio più interessante. Morì a Bordighera nel 1908.

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459