Letteratura di Viaggio

Gerusalemme Pierre Loti copertinaPIERRE LOTI
GERUSALEMME

traduzione e prefazione di Arturo Salucci

Insoddisfatto delle tradizioni religiose e culturali dell’Occidente, Pierre Loti (1850-1923), ufficiale di marina, poeta e scrittore, un “agnostico che non si rassegna a rinunciare a Dio”, parte nel 1894 per un lungo viaggio di Medio Oriente. Questo, intitolato a Gerusalemme, racconta del percorso in Terrasanta, a partire da Gaza – in un’epoca che gli sembrava “di transizione”, con l’intento di cogliere gli aspetti contemporanei della sua desolazione e delle sue rovine, ma che comunque vede con occhi intrisi di letture e di miti.

La complessità di luoghi sacri a tre religioni si incontra e si scontra con la cultura che un francese dell’Ottocento porta con sé… vai alla scheda e al look inside

 

cop santiago una piazzaFABIO EVANGELISTI
A SANTIAGO C’È  UNA PIAZZA
Il lungo viaggio di Alberto Rosselli dalle Apuane alle Ande

A Santiago c’è una piazza che tutti conoscono: Piazza Italia.
“È conosciuta anche come il chilometro zero da cui si misurano le distanze. Quelle chilometriche senza dubbio, ma anche quelle sociali, fra chi vive nei quartieri verso l’Oeste e chi, invece, risiede verso l’Oriente.
Da questa parte, in direzione delle Ande, si trovano i palazzi più moderni, le case più belle, i locali più eleganti e alla moda. In direzione opposta, più ci si allontana dal centro e maggiore degrado e povertà s’incontrano.”… vai alla scheda e al look inside

 

 

 

Nei Mari del Sud - di Robert Louis StevensonROBERT LOUIS STEVENSON
NEI MARI DEL SUD

Traduzione di Corrado Alvaro

Nei Mari del Sud (pubblicato postumo) è il resoconto della crociera che nel 1888 Stevenson e la moglie intraprendono a bordo del “Casco” dalle Isole Hawaii alle isole Marchesi e Paumotu. Poi, a bordo dell’“Equator” si spingono verso le Gilbert, visitando Butaritari, Mariki, Apaiang e Apemama, dove soggiornano vari mesi. Verso la fine del 1889 raggiungono le Samoa e vi si stabiliscono: “da quel momento la gratitudine e l’abitudine stavano cominciando a farmi affezionare a quelle isole […] il tempo dei viaggi era passato”…. vai alla scheda e al look inside

 

 

GreciaEMILIO CECCHI
VIAGGIO IN GRECIA 
Et in Arcadia Ego

Emilio Cecchi attraversò la Grecia nel 1934, in tempi in cui viaggiare era ancora un modo per conoscere culture diverse e diversi modi di vivere.
Visitò Corfù, Creta, Cnosso, Delfi, Micene, Corinto, il Peloponneso, Atene, in cerca delle più importanti tracce artistiche e archeologiche.
La Grecia di allora offriva ancora scenari in cui l’uomo non soverchiava la natura, ma vi si integrava… vai alla scheda e al look inside

 

I libri di Jack London

Notizie Correlate

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *

COPYRIGHT 2013 FUEL THEMES. POWERED BY: Factordev S.r.l. – TARKA edizioni srl, P.IVA 01364790459